I Carabinieri della stazione di Altofonte hanno arrestato due indagati, di 65 e 30 anni, di coltivazione e produzione di sostanze stupefacenti, furto aggravato di energia elettrica, detenzione abusiva di armi e ricettazione. Nel corso di un servizio antidroga nel territorio del Comune di Santa Cristina Gela, i militari, nelle campagne circostanti al centro abitato, si sono imbattuti in un casolare abbandonato, adibito alla coltivazione di cannabis, dove è stato sorpreso il 30enne, di origine straniera, che vi avrebbe trascorso la notte per vigilare su un’estesa piantagione da oltre 310 esemplari, in parte coltivati in vaso ed in parte in terra, all’esterno del casolare. La crescita è stata favorita da lampade alogene e ventilatori, il tutto allacciato abusivamente alle rete elettrica. Sequestrati anche 2 chili e mezzo di marijuana confezionata in buste, una pistola calibro 7,65 con caricatore con matricola abrasa, e 36 cartucce, nonché altre 5 cartucce calibro 12.

Rispondi