Comunicato stampa del 23 giugno 2022

Si è svolto, nel pomeriggio, al Comune di Agrigento, un importante incontro – confronto tra l’Amministrazione comunale di Agrigento e l’Akragas. Argomento al centro della riunione, durata oltre due ore, la gestione dello stadio Esseneto di Agrigento. Presenti il Sindaco di Agrigento, Franco Micciche, l’assessore allo Sport, Costantino Ciulla, il Consigliere comunale di Fratelli d’Italia, Gerlando Piparo e in rappresentanza della Società biancazzurra, il Direttore generale Giancarlo Rosato e il componente dello staff tecnico, Francesco Nobile.

È stato un incontro sereno, cordiale e molto proficuo, dal taglio prettamente tecnico. Si è ampiamente discusso della possibilità di dare in gestione lo stadio Esseneto all’Akragas. Il Direttore generale Giancarlo Rosato dichiara: “Discutendo sul piano procedurale, l’Amministrazione comunale di Agrigento si è detta favorevole al progetto, tant’è che all’esito di questo incontro ha preso l’impegno, innanzitutto, di formulare nell’immediato un atto di indirizzo orientato alla valutazione positiva circa l’affidamento in gestione dello stadio Esseneto, demandando agli uffici la predisposizione dei conseguenti atti, quindi un avviso pubblico, per mettere a gara la gestione dello stadio Esseneto. Pubblicato l’avviso di gara, l’Akragas parteciperà con la sua offerta di servizi di gestione sullo stadio e sicuramente sarà un’offerta allettante che conterrà l’impegno di realizzare il terreno di gioco in erba sintetica e tutti quei servizi collaterali per migliorare la fruibilità della struttura sportiva.

Mi ritengo soddisfatto dell’esito dell’incontro e penso che in breve tempo l’Amministrazione comunale di Agrigento riuscirà, dato l’atto di indirizzo, a pubblicare l’avviso per mettere a gara la gestione dello stadio Esseneto. Mi preme ringraziare di cuore il sindaco Franco Miccichè e l’assessore allo Sport, Costantino Ciulla per aver accolto di buon grado questo importante e pacato momento di confronto che si è rivelato molto utile e costruttivo”.

Rispondi