La Cassazione ha emesso sentenza nell’ambito dell’inchiesta antidroga e anti – abigeato, sotto l’egida della mafia, cosiddetta “Proelio”, nelle province di Agrigento e Ragusa. Al collaboratore della giustizia di Favara, Giuseppe Quaranta, di 52 anni, sono stati inflitti 4 anni e 6 mesi di reclusione. Poi 6 anni a Girolamo Campione, 44 anni, di Burgio. Annullamento della sentenza di condanna con rinvio in Corte d’Appello per il presunto boss di Santa Elisabetta, Francesco Fragapane, 42 anni, già condannato a 20 anni di reclusione, e per Salvatore Montalbano, 30 anni, di Favara, già condannato a 5 anni.

Rispondi