Ad Acireale un barista vittima del “pizzo” e i Carabinieri arrestano il suo aguzzino di 36 anni con i soldi nelle mani.  Ora l’uomo dovrà rispondere del reato di estorsione. Sono stati i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Acireale a fermarlo in flagranza. La vicenda ha avuto inizio nello scorso mese di maggio quando il barista di un locale del centro cittadino di Acireale, un acese 37enne, aveva subito un furto nelle ore notturne all’interno del proprio locale. Questo però era stato solo lo spunto iniziale per piegare la sua volontà, con intimidazioni esplicite o sottintese di cui sarebbe stato successivamente vittima, perché, infatti, solo dopo una settimana aveva ricevuto la visita nel suo bar del 36enne.

Rispondi