Ad Agrigento, a Porta di Ponte, un immigrato ha importunato, con frasi offensive e inequivocabili, la nipote di un agrigentino di 40 anni che, accortosi, si è precipitato ad allontanare la ragazzina dal molestatore che lo ha prima aggredito verbalmente, poi ha estratto un coltello e lo ha accoltellato ad una gamba. Poi è scappato. L’agrigentino è stato condotto in ospedale dal 118 e sottoposto a diversi punti di sutura. Indagini sono in corso per identificare l’accoltellatore. Il commissario provinciale di Fratelli d’Italia di Agrigento, Calogero Pisano, commenta: “Ribadiamo la necessità di un rafforzamento dei controlli delle forze dell’ordine nel centro storico e chiediamo l’intervento immediato del Prefetto. Tutto ciò, bisogna dirlo, è la conseguenza della politica immigrazionista della sinistra, che da una parte sottopone gli italiani a restrizioni e dall’altra permette a migliaia di migranti di sbarcare senza alcun obbligo sulle nostre coste, molti dei quali vanno poi ad ingrossare le sacche di delinquenza forestiera presenti ad Agrigento. E’ ora di finirla di importare criminali, è ora di dire basta all’immigrazione clandestina”.

Rispondi