Lo scorso 22 luglio, i Carabinieri del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità di Palermo hanno provveduto al sequestro di oltre 24.000 confezioni e vaschette di gelati, del peso complessivo di 5mila chili, per un valore di circa 15mila euro (e non 40mila euro), a Palma di Montechiaro, in un’azienda che si occupa della produzione di gelati. Alla titolare dell’attività è stata elevata una sanzione amministrativa da 1.500 euro. E ciò a causa di una riscontrata mancanza di tracciabilità. Ebbene, il mancato tracciamento è stato dovuto all’assenza, per almeno una settimana, della segretaria addetta al tracciamento, costretta a casa a causa del covid. Rientrata in ufficio, ha subito provveduto al tracciamento della merce, peraltro perfettamente integra, commestibile e in ottimo stato di conservazione. Pertanto il sequestro è stato revocato.

Rispondi