Finalmente è stata iscritta nella White list l’azienda di Desiré Vasta.

Alla giovane imprenditrice di Riesi, lo scorso anno, era stato impedito, per dei sospetti che si sono rivelati del tutto infondati, di partecipare ai bandi pubblici.

Adesso sia lei che suo padre Filippo sono contenti per avere dimostrato di essere stati soltanto delle incolpevoli vittime di un sistema che spesso si avvita su sé stesso, impedendo, anche a chi ha le carte in regola, di lavorare onestamente.

A seguire la nota di ringraziamento di Desiré…

#Vittoria!!

Dopo una lunga ed estenuante battaglia burocratica, abbiamo finalmente ottenuto l’iscrizione alla White list.

Si, Vittoria. Non riesco a definire in altro modo l’esito di questo lungo e tortuoso percorso che, alla fine, conduce ad un primo, importate, riconoscimento della legittimità delle mie istanze.

Chi conosce la mia storia sa che questa iscrizione è frutto di impegno, fatica e dolore.

Ringrazio tutti coloro i quali hanno contribuito a far vincere la Giustizia: un primo doveroso grazie va alla Prefettura di Caltanissetta, capace di ascoltare e riconoscere il valore delle mie ragioni. Un grazie speciale va poi ai miei Avvocati (Antonio e Marco Ingroia, Marco Ministeri e Denise Rindone) che oltre a garantirmi un’eccellente assistenza legale non hanno mai fatto mancare un concreto e prezioso supporto morale ed umano.

Grazie a chi mi è stato vicino, a chi ci ha creduto.

Oggi non ho vinto io: ha vinto la Giustizia.

Rispondi