La situazione è più grave di 30 anni fa. Da cittadino sono preoccupato e vorrei che il nostro Paese recuperasse la capacità di indignarsi di fronte a queste situazioni”. Lo ha detto il consigliere del Csm Nino Di Matteo nel corso di un dibattito a Milano rispondendo alla domanda sulla candidatura di Renato Schifani alla presidenza della Regione siciliana. “Il nostro Paese ha fatto dei grandi passi indietro – ha aggiunto l’ex pm di Caltanissetta e Palermo – oggi è considerato normale il fatto che venga candidato un esponente politico che, stando alle parole di chi ha archiviato il procedimento, ha comunque avuto rapporti significativi con esponenti mafiosi di livello”.

https://www.ilfattoquotidiano.it/2022/09/17/di-matteo-schifani-candidare-un-politico-che-ha-avuto-legami-coi-mafiosi-e-diventato-normale-situazione-piu-grave-di-30-anni-fa/6807055/

Rispondi