SANT’ARPINO. “Piove sempre sul bagnato e non è un eufemismo. Lo scorso agosto ho lanciato l’allarme per il malfunzionamento delle caditoie; la prima pioggia autunnale sta confermando quanto detto. E’ necessario intervenire subito”. A parlare è il coordinatore della città di Sant’Arpino del partito“Volt”, Aniello Di Santillo.

“I tombini non riescono ad arginare l’acqua ed i danni, con l’avvicinarsi dell’inverno, potrebbero, ancora una volta, essere importanti – afferma il 24enne -. Via Dossenus , via Fabula Atellane ed il Parco ‘Ezio Bosso’ sono state pulite grazie alle nostre segnalazioni a fronte di un nostro intenso impegno caratterizzato dall’amore per Sant’Arpino al di là di qualsiasi carica politica, ma i cittadini si stanno lamentando delle difficoltà sorte nelle ultime ore, soprattutto sui social. Mi è capitato di leggere commenti preoccupati per l’entrata nel vivo degli anni scolastici presso gli istituti santarpinesi; cosa accadrà quando fuori a questi ultimi si concentreranno file di macchine bloccate in pozzanghere? E’ necessario che gli occhi siano rivolti al territorio, con un confronto costante i cittadini.

Quanto accade alle caditoie è solo la punta dell’iceberg, se relazioniamo il fenomeno, più in generale, ad alcune strade del nostro tessuto urbano. Ogni anno si ripete la stessa storia e rischiamo di non aver previsto e combattuto, con azioni concrete, nemmeno questa volta, un problema già noto. Non possiamo mettere a repentaglio – conclude – la vivibilità di un intero paese”.

Rispondi