Il giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Agrigento, Francesco Provenzano, a conclusione del giudizio abbreviato, ha condannato Pasquale Ciranna, 47 anni, di Favara, a 2 anni e 8 mesi di reclusione, ed ha assolto, “per non avere commesso il fatto”, la moglie Concetta Cammilleri, 36 anni. I due, difesi di fiducia dall’avvocato Sergio Baldacchino, sono stati imputati per essere stati sorpresi con 30 piante di marijuana in casa.

Rispondi