In occasione dell’ultima riunione della giunta regionale, il governo Musumeci ha stanziato oltre 12 milioni di euro per la riduzione del rischio idrogeologico, soprattutto le alluvioni, su 12 corsi d’acqua, scelti dagli uffici dell’Autorità di bacino della Regione Siciliana. Approvato anche un ulteriore elenco di 14 opere urgenti su altrettanti corsi d’acqua nell’Isola per 14,3 milioni di euro. I primi 10 cantieri, sui quali l’Autorità di bacino avvierà, nel più breve tempo possibile, le necessarie procedure per l’esecuzione delle progettazioni esecutive, riguardano: il fiume Torto e il torrente Barratina (3,7 milioni di euro) nel Palermitano; vari corsi d’acqua (678 mila euro) nel territorio di Erice, nel Trapanese; il canale Mollarella e due affluenti (463 mila euro), nell’Agrigentino; il fiume Dittaino e il torrente Calderari Valguarnera (3,2 milioni), nell’Ennese; i torrenti Montagnareale (929 mila euro), Idria (279 mila euro) e Rosmarino (232 mila euro) nel Messinese; il «Risicone» (744 mila euro), nel Siracusano; il «Saracena» (892 mila euro), nel Catanese; il «Cava Sulla» e «Cava Scardina» (804 mila euro) a Ispica, nel Ragusano.

Rispondi