Innanzi alla Corte d’Assise di Agrigento, presieduta da Wilma Mazzara, è in corso il processo a carico di Filippo Sciara, 57 anni, di Siculiana, già ergastolano e affiliato alla famiglia di Cosa Nostra di Siculiana, ritenuto l’esecutore materiale dell’omicidio, in concorso con altri, dell’imprenditore edile Diego Passafiume, assassinato il 22 agosto del 1993 a Cianciana perché non si sarebbe piegato alle regole e ai ricatti di Cosa Nostra. Ebbene, accogliendo quanto richiesto dal sostituto procuratore della Direzione distrettuale antimafia di Palermo, Alessia Sinatra, i giudici hanno disposto la citazione a testimoniare di alcuni pentiti agrigentini e non solo. I prossimi 17 e 18 ottobre saranno ascoltati in video-collegamento Giovanni Brusca, Maurizio Di Gati e Luigi Putrone.

Rispondi