Lo stadio Esseneto di Agrigento domani pomeriggio, domenica 9 ottobre, in occasione della partita del campionato di Eccellenza Akragas-Marineo, alle ore 15:30, sarà teatro di una importante iniziativa di solidarietà promossa dal comune di Agrigento, in particolare dall’assessorato alle Pari Opportunità, in collaborazione con la Società dell’Akragas.
Prima del calcio di inizio tante donne, con in testa l’assessore comunale Roberta Lala e la campionessa del lancio del giavellotto Giusi Parolino, si taglieranno una ciocca di capelli come gesto di solidarietà con le donne iraniane che protestano per la libertà di espressione. Le ciocche saranno poi infilate dentro una busta per essere spedite all’ambasciata dell’Iran a Roma. “Anche da Agrigento – dichiara l’assessore Roberta Lala – partirà un grido globale di protesta contro il regime in Iran e a favore della libertà delle donne dopo la morte, il 14 settembre 2022, di Jina Masha Amini, la ventiduenne curda arrestata e picchiata dalla polizia islamica perché non indossava correttamente il velo”. Il taglio dei capelli è una vecchia cerimonia usata in Iran e in altri paesi limitrofi. Significa “lutto”: quando ci si trova di fronte a una grande tristezza o rabbia, allora ci si tagliano i capelli.

Rispondi