C’è qualcosa di inquietante in questo nuovo presidente della Regione che abbiamo in Sicilia, Renato Schifani. E non è questo odore di minestrina che si porta dietro, minestrina riscaldata, piatto che conosciamo molto bene, in Sicilia, ricetta consumatissima dalla politica nostrana. Non è neanche la posa da statua di cera, la sensazione di avere a che fare con qualcuno che è l’esatto opposto di quello di cui avremmo bisogno. Gente dinamica, al passo con i tempi, capace di lavorare sulla complessità del presente.

Fonte tp24

Rispondi