La Polizia Postale di Palermo ha arrestato tre presunti pedofili. Uno è un disoccupato di Agrigento. Gli altri due sono un odontotecnico e un militare arrestati a Trapani. Si tratta di arresti in flagranza di reato. Infatti, gli indagati sono stati sorpresi nelle loro abitazioni al computer intenti a scambiarsi immagini di bambini abusati. All’autorità giudiziaria risponderanno di divulgazione, cessione e detenzione di video e foto pedo-pornografiche. Per la stessa ipotesi di reato, altre 14 persone in tutta Italia sono state denunciate a piede libero. Sono studenti, disoccupati percettori del reddito di cittadinanza, commercianti, professionisti. L’inchiesta è stata coordinata dalla Procura di Palermo e dal Centro nazionale per il contrasto alla pedo-pornografia on line del Servizio di polizia postale e delle comunicazioni. Tutto il materiale utilizzato dagli indagati è stato sequestrato.

Rispondi