SICILIA BUONA vi racconta l’ennesimo scandalo che ha scosso il mondo della giustizia. Alessio Ossino, cantante neomelodico catanese, e la sua famiglia sono i protagonisti di una vicenda giudiziaria che ha del paradossale.

ALESSIO OSSINO: “HO VISSUTO UN INCUBO, MA LA MUSICA MI HA SALVATO”

Sento ancora il profumo di casa mia – racconta Alessio Ossino – ma nel frattempo gli anni passano ed il passato diventa un marchio bruttissimo.

Spero un giorno di rivedere la mia famiglia unita e di dimenticare quel bruttissimo incubo vissuto nel 2013 quando siamo stati buttati fuori dalla casa dove sono nato, sembrava un blitz. Ricordo il viso di mia madre che piangeva ed io che mi sentivo come pietrificato.

Sono stati anni di battaglie ed è stato veramente difficile, ma fin quando non avremo giustizia non mi arrenderò così facilmente. Sono pronto a tutto, anche a sacrificare la mia vita e non mi stancherò mai di dirlo perché rappresento i giovani di oggi che devono sempre lottare contro le ingiustizie“.

LA VICENDA DELLA FAMIGLIA OSSINO

Tutto inizia nel 1990 quando la famiglia Ossino riceve una ingiunzione di pagamento per un debito millantato dalla banca, debito che all’epoca era di 34 milioni delle vecchie lire. La Famiglia Ossino fa ricorso e nel 1994 la procedura viene bloccata.

Passano 10 anni, nel 2004 arriva una nuova notifica dalla banca sempre in riferimento a quei 34 milioni di Lire, debito che nuovamente la Famiglia Ossino contesta. Inoltre precisiamo che secondo la legge, essendo trascorsi 10 anni, il debito è andato in prescrizione, quindi la somma nuovamente richiesta alla famiglia Ossino non è dovuta.

Nel 2009 subentra l’azione di una giudice del Tribunale di Catania che, pur senza averne titolo e senza fascicolo, nomina un CTU che conteggia il debito dal 1990 al 2010 facendolo lievitare fino a 850 mila Euro.

E così, la giudice stabilisce che l’immobile di proprietà degli Ossino sia messo in vendita all’asta. Nel 2013 la famiglia Ossino viene costretta a lasciare la casa di proprietà e l’immobile viene venduto in fretta.

La giudice in questione, oltre ad essere indagata per il caso Ossino con le accuse di abuso d’ufficio, diffamazione e calunnia, ha in corso anche altri procedimenti, come ad esempio il processo per l’accusa di tentata concussione ai danni di Riscossione Sicilia. Una vicenda che, come ci racconta Alessio Ossino, ha avuto delle ripercussioni molto pesanti sulla sua vita e su quella dei suoi familiari.

Oggi la famiglia Ossino lotta ancora per avere giustizia.

https://siciliabuona.com/index.php/2022/10/12/alessio-ossino-ho-vissuto-un-incubo-ma-la-musica-mi-ha-salvato/annalisamaugeri9gmail-com/alza-la-voce/

Rispondi