Il Tribunale di Agrigento ha condannato a 3 anni di carcere un uomo di 40 anni di San Giovanni Gemini, imputato di maltrattamenti in famiglia, minacce, lesioni e rapina a danno della moglie. Gli è stata imposta la misura preventiva del divieto di dimora. La moglie, adesso separata legalmente, è stata assistita dall’avvocato Monica Malogioglio. Determinante è stata la testimonianza del figlio della coppia che, tra l’altro, ha raccontato che il padre avrebbe aggredito la madre anche per impossessarsi del suo cellulare. Ecco perché a lui è stato contestato il reato di rapina. Lui risarcirà provvisionalmente lei con 5mila euro.

Rispondi