Accogliendo le istanze dei difensori, gli avvocati Calogero Lo Giudice e Fabio Inglima Modica, la Corte d’Appello di Palermo ha ridotto la condanna inflitta in primo grado a due agrigentini imputati del furto, commesso il 5 ottobre del 2018, di centinaia di capi di abbigliamento e scarpe, destinati alla vendita, dall’auto di un commerciante senegalese, al parcheggio pluripiano in via Empedocle. Pena di 1 anno e 4 mesi di reclusione ciascuno per Gianluca Infantino, 33 anni, e Samuel Pio Donzì, 21 anni. Infantino in primo grado ha subito 2 anni e 4 mesi di reclusione. Donzì 2 anni. I due, dopo avere scassinato l’automobile dell’africano, si sarebbero impossessati di 225 paia di scarpe per donna, uomo e bambino, 40 paia di jeans per uomo e donna, 10 giubbotti di vario tipo e 30 magliette, per un valore commerciale di 3.600 euro. La refurtiva è stata trovata e sequestrata a casa di Infantino.

Rispondi