A San Cataldo, in provincia di Caltanissetta, la Guardia di Finanza ha sottoposto ad indagini 360 studenti che, con la sospetta compiacenza di un commerciante, adesso denunciato, avrebbero utilizzato il bonus cultura per i 18enni per acquistare cellulari, videogiochi e computer piuttosto che libri o biglietti per assistere a concerti, teatro o cinema. Si tratta di un bonus da 500 euro ciascuno. Attualmente è sotto processo un commerciante di Caltanissetta che nel 2018 si sarebbe reso responsabile dello stesso tipo di truffa coinvolgendo circa 700 studenti.

Rispondi