Una Fortitudo Agrigento corsara a Cremona conquista una splendida vittoria contro la Juvi per 59-69 e ottiene la seconda vittoria in campionato dopo quella in trasferta a Rieti. Proprio come domenica scorsa la partita inizia bene nel primo parziale di gioco ma in nettissima difficoltà nella seconda ed a metà partita il distacco è di 13 punti. Un aspetto che non ha inciso in entrambe le partite, Agrigento è rientrata dagli spogliatoi con l’atteggiamento giusto, un approccio totalmente diverso e aggredendo l’avversario.
Ferraroni Juvi Cremona – Moncada Energy Agrigento 59-69 (14-15, 22-8, 11-23, 12-23)
Ferraroni Juvi Cremona: Trevon Allen 21 (3/7, 3/5), Brayon Blake 19 (3/7, 3/9), Davide Reati 8 (2/6, 1/5), Luca Vincini 6 (2/3, 0/0), Alfredo Boglio 3 (1/2, 0/2), Ferdinando Nasello 1 (0/1, 0/1), Niccolò Giulietti 1 (0/1, 0/1), Marko Milovanovic 0 (0/0, 0/2), Simone Roberto 0 (0/0, 0/0), Antonio Iannuzzi 0 (0/0, 0/0), Mattia Boni 0 (0/0, 0/0), Leonardo Beghini 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 16 / 27 – Rimbalzi: 32 8 + 24 (Brayon Blake 9) – Assist: 9 (Ferdinando Nasello 3)
Moncada Energy Agrigento: Lorenzo Ambrosin 13 (3/6, 2/5), Cosimo Costi 13 (0/1, 3/5), Alessandro Grande 12 (2/5, 2/7), Daeshon Francis 11 (2/6, 1/2), Matteo Negri 8 (1/2, 2/4), Albano Chiarastella 6 (3/5, 0/1), Kevin Marfo 6 (3/7, 0/0), Mait Peterson 0 (0/1, 0/0), Luca Bellavia 0 (0/0, 0/0), Nicolas Mayer 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 11 / 15 – Rimbalzi: 31 6 + 25 (Albano Chiarastella 8) – Assist: 10 (Albano Chiarastella 4)

Rispondi