I Carabinieri e il personale dell’Agenzia dei Monopoli hanno scoperto a Santa Maria di Licodia, in provincia di Catania, una sala da gioco illegale nella centrale via Vittorio Emanuele. Il gestore della sala giochi, privo di licenza, ha installato una centrale di gioco d’azzardo con due slot prive di nulla osta e di collegamento alla rete telematica dell’Agenzia, un videogioco senza vincita in denaro non identificato, e sei personal computer utilizzati per i giochi da casinò. Tutte le apparecchiature sono state sequestrate, compreso l’importo di 910 euro in monete trovate all’interno dei videogiochi, quali proventi degli incassi delle giocate. Multa complessiva di 144.000 euro che, qualora non pagati entro 60 giorni, potranno aumentare fino a 459.000 euro.

Rispondi