La Cassazione ha assolto, con sentenza definitiva, un netturbino di Agrigento imputato di violenza sessuale a danno della figlia, di 10 anni, della compagna, anche lei assolta dall’imputazione di non avere impedito che quanto di presunto accaduto accadesse. L’uomo ha trascorso oltre un anno e mezzo in stato di reclusione, tra carcere e domiciliari. I due sono stati difesi dagli avvocati Davide Casà, Nicola Grillo e Antonino Manto. E’ stata la presunta vittima a sporgere denuncia.

Rispondi