“Non ha commesso alcun reato, ma si è battuto a difesa dei risparmiatori delle province di Ragusa e Siracusa”. E’ questa la motivazione che ha portato il Tribunale del capoluogo ibleo a mandare assolto, l’ex parlamentare all’Ars, oggi imprenditore agricolo, Pippo Gennuso.
La vicenda risale a quando Pippo Gennuso, all’epoca parlamentare all’Ars, in alcuni post su Facebook aveva denunciato pubblicamente la situazione in cui si erano venuti a trovare migliaia di risparmiatori delle due provincie in questione titolari di azioni della Banca popolare agricola di Ragusa, che avevano visto sensibilmente erodere in poche settimane il valore delle azioni e quindi dei loro risparmi e si vedevano opporre un rifiuto dall’Istituto di credito al rimborso delle azioni stesse.
In quella occasione Gennuso aveva invocato l’avvio di indagini e ispezioni per capire cosa stava succedendo e le responsabilità dei vertici della banca denunciando, come già stavano facendo i comitati spontanei degli azionisti Bapr, che sarebbero andati in fumo i risparmi di tantissime famiglie che erano state invogliate ad acquistare azioni della banca presentate come immediatamente liquidabili e rimborsabili e come sicuro risparmio. In quelle pubbliche esternazioni Pippo Gennuso aveva anche richiamato la vicenda di Banca Etruria per sottolineare le ricadute sui risparmiatori, sulle famiglie e sulle imprese delle disfunzioni e delle scelte del sistema bancario.
I vertici della Bapr avevano reagito querelando per diffamazione l’ex parlamentare regionale.
Nel processo al Tribunale di Ragusa, Giudice monocratico Laura Ghidotti, Pippo Gennuso, difeso dall’avvoccato Bartolo Iacono, ha sostenuto che aveva agito nell’interesse pubblico, che aveva rappresentato una situazione vera, reale, accertata in diverse sedi ed anche avvertita e vissuta sulla loro pelle da migliaia di risparmiatori azionisti della Bapr, che, nel processo, si era pure costituita parte civile con una richiesta di risarcimento danni.
Ieri la sentenza con la quale l’ex deputato è stato assolto dall’accusa di diffamazione perché il fatto non costituisce reato.

https://www.nuovosud.it/articoli/179973-cronaca-siracusa/non-diffam%C3%B2-la-bapr-assolto-dal-tribunale-di-ragusa-lex-deputato

Rispondi