Ha maltrattato e picchiato il padre e la sorella. E non sarebbe stata la prima volta. Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Agrigento ha applicato un’ordinanza di misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare, e imposto il divieto di avvicinamento alle persone offese, a carico di un ventitreenne di Casteltermini, disoccupato.

Ad eseguire il provvedimento, dopo essersi occupati dell’attività investigativa, sono stati i carabinieri della Compagnia di Cammarata. Il giovane è ritenuto responsabile delle ipotesi di reato di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali.

Rispondi