A Naro, nel centro storico, due giovani donne si sono presentate alla porta dell’abitazione di un’anziana: “Salve. Ci manda il Comune. Siamo donne delle pulizie, incaricate di svolgere servizi utili alla collettività”. Lei: “Prego, accomodatevi”. Ebbene, il servizio utile alla collettività è stato che loro, appena dentro casa, hanno arraffato quanti più oggetti preziosi possibile e circa 5mila euro in contanti. E poi sono scappate. Indagano i Carabinieri. Il sindaco di Naro, Maria Grazia Brandara, avverte: “Il Comune non ha attivato nessun servizio di questo tipo e soprattutto nessun dipendente comunale busserà alla vostra porta di casa”.

Rispondi