Di Emilio Tringali.
SCANDALO POZZO BOLLENTE
La sfida di Ferreri

Un pubblico confronto per gettare luce sullo scandalo della discarica di Pozzo Bollente. Lo chiede il dott. Fabio Ferreri, ex dirigente ATO, che da tempo denuncia l’insensibilità sulla vicenda che ha creato un vero e proprio disastro ambientale ma anche un “buco” dove sono spariti circa cinque milioni di euro. L’amministrazione comunale si è offerta di mettere a disposizione i locali del “Chiostro delle Grazie” ed un giornalista di partecipare come moderatore. La controparte sarebbe l’ex sindaco Nicosia, in carica all’epoca dei fatti e chiamato in causa. Ci sarà questo incontro pubblico? Non è cosa semplice. Ancora non si sono conclusi i processi giudiziari e questa potrebbe essere una motivazione pertinente per declinare l’invito. Certo, sarebbe bello e onesto parlare direttamente alla città. Come al solito, diciamo: “vedremo”.

Rispondi