All’alba di oggi oltre 100 Carabinieri del Comando provinciale di Catania hanno eseguito 13 misure cautelari, tra 8 in carcere e 5 ai domiciliari, tra le province di Catania, Palermo, Siracusa e L’Aquila. Sono indagati a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata al traffico e alla detenzione a fine di spaccio di sostanze stupefacenti, soprattutto cocaina e marijuana. Ai 13 destinatari della misura cautelare si aggiungono altri 6 indagati nei cui confronti sarà notificato l’avviso di conclusione delle indagini. L’inchiesta, intitolata “Tiffany”, ha svelato la struttura, i ruoli dei singoli associati e le posizioni di vertice dell’associazione, tra cui alcuni contigui al clan mafioso Laudani di Catania. I proventi del traffico di droga, stimati in diverse centinaia di migliaia di euro, sarebbero stati reinvestiti nel mercato degli stupefacenti e utilizzati per il mantenimento delle famiglie degli associati.

Rispondi