Il ministro delle Imprese, Adolfo Urso, replica alla video inchiesta del Wall Street Journal, secondo cui la Russia, per aggirare le sanzioni degli Stati Uniti utilizza le raffinerie Lukoil del Petrolchimico di Siracusa, per vendere petrolio negli Usa. “L Isab non è soggetta al regime sanzionatorio e non ha violato le sanzioni predisposte dall’Ue e condivise dall’Italia, che per l’import di petrolio russo scattano il 5 dicembre”, afferma il ministro delle Imprese Adolfo Urso al Corriere della Sera.

Dal 5 dicembre, scatterà anche l’embargo dell’Unione europea alle importazioni di greggio dalla Russia, l’unico al momento di cui si rifornisce Lukoil, che, avendo le linee di credito bloccate dalle banche, non può acquistare prodotto da altri paesi.

Rispondi