I locali della movida da questo fine settimana chiuderanno alle 2, e non più all’una come è stato nei due precedenti weekend, consentendo ai titolari 30 minuti di tolleranza solo ed esclusivamente per il prelievo e ricovero delle attrezzature, la pulizia degli spazi esterni, ed interni. Il sindaco di Agrigento, Franco Micciché ha firmato la nuova ordinanza fino al 30 aprile. L’unica “eccezione” verrà fatta la notte di Capodanno nel giorno del 31 dicembre.

Disposto anche il divieto, dalla mezzanotte e fino a chiusura degli esercizi commerciali, di vendita, per asporto, di bevande contenute in bottiglie e bicchieri di vetro, anche dispensate da distributori automatici. La somministrazione di alcolici e superalcooliche è consentita, esclusivamente agli esercizi pubblici (bar e ristoranti), per il consumo all’interno del locale o nello spazio esterno di pertinenza.
Vietate, da mezzanotte in poi, ogni attività di intrattenimento, sia essa svolta all’interno che all’esterno dei locali. I trasgressori saranno puniti con una sanzione pecuniaria da 25 a 500 euro. Nei casi di reiterata inosservanza delle prescrizioni dell’ordinanza, potrà essere disposta la sospensione dell’attività per un massimo di trenta giorni.

Rispondi