Accogliendo le istanze del difensore, l’avvocato Giuseppe Barba, il Tribunale di Sorveglianza di Palermo, presieduto da Attilio Caputo, ha revocato la misura preventiva della libertà vigilata imposta a carico di Ignazio Sicilia, 47 anni, di Favara, gravato da diversi precedenti, anche per mafia, e pendenze giudiziarie. L’avvocato Barba ha sostenuto la non più ricorrente pericolosità sociale di Ignazio Sicilia, non soggetto ad ulteriori indagini per mafia. Inoltre i gravi reati a lui contestati sono molto risalenti nel tempo, e la sua condotta in carcere è stata irreprensibile.

Rispondi