Approda innanzi al Tribunale di Sciacca il processo a carico di Lillo Saladino, 53 anni, di Santa Margherita Belice, imputato di avere strattonato e minacciato il sindaco Gaspare Viola affinché si attivasse a suo favore per un posto di lavoro. Gli si contestano i reati di violenza privata e resistenza a pubblico ufficiale. Udienza in calendario il prossimo 20 gennaio. Saladino, difeso dall’avvocato Filippo Lo Jacono, ha scelto di essere giudicato con il rito abbreviato. In sede di convalida dell’arresto Saladino ha spiegato: “Ero disperato a seguito della revoca del sussidio del reddito di cittadinanza per alcuni problemi avuti con la giustizia. Non ho chiesto un lavoro ma sussidi da parte del Comune”.

Rispondi