I poliziotti del Commissariato di Canicattì, diretti ad interim dal vice questore, Cesare Castelli, hanno arrestato ai domiciliari un canicattinese di 26 anni, sorpreso, nel corso di una perquisizione domiciliare indotta da sospetti investigativi, in possesso di oltre 330 grammi di cocaina, una pistola, munizioni, e quasi 15 mila euro in contanti. Nel dettaglio: nascosto nella sua automobile è stato rinvenuto un involucro di plastica, contenente 107 grammi di cocaina, e poi in casa una busta plastificata con dentro altri 220 grammi di cocaina. Poi è stata sequestrata la somma in denaro di 14.800 euro, ritenuti verosimilmente provento dell’illecita attività di spaccio di droga. Poi, nascosta nella lavanderia, i poliziotti hanno trovato una pistola calibro 7,65, con matricola abrasa, con il colpo in canna, 78 cartucce dello stesso calibro, ed un tirapugni in metallo. E poi nella sua pizzeria-rosticceria nel centro cittadino, sono stati scoperti un bilancino di precisione, 2 confezioni del peso totale di 17 grammi circa di mannitolo (la sostanza utilizzata per “tagliare” la droga), ed altre 40 cartucce inesplose calibro 22. La pistola sarà sottoposta agli accertamenti balistici per verificare se sia stata utilizzata per commettere atti delittuosi.

Rispondi