A Porto Empedocle la Guardia di Finanza della locale Tenenza, al termine di un controllo in un negozio gestito da commercianti cinesi, ha sequestrato 10mila articoli, quasi tutti di produzione cinese e soprattutto giocattoli, perché privi di avvertenze e indicazioni scritte in italiano. L’esercente è stato multato di 4.000 euro, per violazione in materia del Codice del Consumo. I giocattoli fuori norma sono la categoria di prodotti pericolosi più diffusa sul mercato europeo, seguita da auto e abbigliamento.

Rispondi