Otto persone sono indagate per omicidio colposo a seguito della morte di Alessandro Tomasella, 31 anni, di San Cataldo, morto il 31 ottobre scorso in ospedale a causa delle gravi ustioni subite durante una grigliata con gli amici. Gli indagati sono due medici del pronto soccorso dell’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta, i sanitari del 118 (due medici, un infermiere e l’autista soccorritore dell’ambulanza che ha eseguito il trasporto all’ospedale Cannizzaro di Catania) e una delle due persone in compagnia del giovane quando è avvenuto l’incidente. A sporgere denuncia sono stati i familiari di Alessandro Tomasella, secondo i quali non sarebbe stata prestata la corretta assistenza al paziente. I familiari intendono che si accerti perché il figlio è stato trasferito in ambulanza e non in elisoccorso, e se l’assistenza prestata è stata idonea.

Rispondi