In Sicilia, e non solo, è stata condotta una maxi operazione contro la pirateria audiovisiva, disposta dalla Procura della Repubblica di Catania, ed attuata in tutto il territorio nazionale. I centri operativi Sicurezza cibernetica della Polizia postale sono stati impegnati in perquisizioni e sequestri a carico di presunti appartenenti ad una associazione per delinquere di carattere transnazionale. Il blitz, intitolato “Gotha”, ha sollevato il sipario sul 70% di streaming illegale nazionale che coinvolge oltre 900.000 utenti con profitti di milioni di euro al mese. Le città in cui sono state effettuate le perquisizioni sono Ancona, Avellino, Bari, Benevento, Bologna, Brescia, Catania, Cosenza, Fermo, Messina, Napoli, Novara, Palermo, Perugia, Pescara, Reggio Calabria, Roma, Salerno, Siracusa, Trapani, L’Aquila e Taranto.

Rispondi