Per Bankitalia l’ipotesi di una chiusura della Lukoil avrebbe effetti devastanti per la Sicilia. Lo ha detto all’AGI il funzionario della sede palermitana di Banca d’Italia, Francesco David, a margine della presentazione dall’aggiornamento congiunturale trimestrale dell’Economia regionale elaborato da Banca d’Italia.

“La Lukoil di Priolo occupa – dice David – direttamente circa mille persone e si arriva a 7500 addetti considerando complessivamente gli occupati dell’area industriale in cui l’impresa è insediata. Sicuramente la sua chiusura avrebbe un impatto negativo sull’economia siciliana. Adesso è difficile quantificare l’impatto economico, ma quello che tutti ci auguriamo e che sembra essere molto concreto è che si trovi una soluzione a questa crisi in atto”. Secondo una prima stima, tratta da una recente pubblicazione di Bankitalia, l’area di Augusta incide per circa il 2.5 per cento del valore aggiunto regionale.

Rispondi