La maggioranza di centrodestra fallisce il primo banco di prova: la vice presidenza dell’Assemblea siciliana va al M5s, con Nuccio Di Paola che ha ottenuto 35 voti su 68: ben 5 in più del totale dei deputati delle opposizioni (11 M5s, 11 Pd e 8 gruppi De Luca). L’altro vice presidente è Luisa Lantieri (Fi), che ha ricevuto 32 voti. Una scheda nulla.

Il primo flop è figlio dello scontro interno agli azzurri che ha portato alla nascita di gruppi separati. All’Assemblea regionale Siciliana la frattura che si è consumata tra il governatore Renato Schifani e il coordinatore di Forza Italia nell’isola, Gianfranco Miccichè, infatti, si è tradotta nella costituzione di due gruppi parlamentari nella giornata di ieri che adesso sono stati ufficialmente proclamati, nel corso della seduta del pomeriggio, dal presidente dell’Ars, Gaetano Galvagno.

Si chiamano Fi1 e Fi2, in pratica sono entrambi gruppi di Forza Italia. Una denominazione temporanea in attesa che si trovi un accordo, ma c’è chi non esclude che tutto questo posso concludersi in uno scontro legale per il simbolo in Tribunale. Uno scontro che renderebbe i tempi estremamente lunghi. Il gruppo Fi1 è quello che fa riferimento a Schifani, capogruppo è Stefano Pellegrino, e ha nove deputati; Fi2 è quello presieduto da Miccichè, con quattro parlamentari.

blogsicilia

Rispondi