Due dipendenti del Comune di Rosolini sono stati licenziati per assenteismo, senza alcun preavviso. La decisione è stata assunta dal Consiglio di disciplina del Comune, che a Rosolini è un organo monocratico. E’ stato il sindaco di Rosolini, Giovanni Spadola, a scoprire, nel corso di un sopralluogo avvenuto la scorsa estate in uffici distaccati, che i due dipendenti risultavano presenti sulla carta ma fuori dal posto di lavoro. E’ scattata la segnalazione al Consiglio di disciplina che ha avviato un’istruttoria nei confronti dei due presunti assenteisti. Si tratta di due lavoratori regolarmente in pianta organica. Uno a 35 ore, l’altro a 25. Ascoltati dall’organo monocratico, avrebbero giustificato la loro assenza adducendo motivazioni ritenute non verosimili e che non hanno affatto convinto il Consiglio di disciplina. E’ stata quindi redatta la delibera che licenzia in tronco i due lavoratori comunali.

Rispondi