consiglieri: – Cremona Serena e Calogero Cangemi del gruppo Cremona/Cangemi – Calogero Licata del PD – Cristina Scanio del Gruppo misto – Arnone Rosalia, Gallo Angelo e Palmeri Nicolò del gruppo” Insieme si può”

Durante l’ultimo Consiglio Comunale i suddetti consiglieri hanno rinviato di poco più di 15 gg la seduta comunale, in attesa che lo streaming fosse attivato. A detta dello stesso Sindaco tutto il materiale è già presente nei suoi uffici e presto sarà installato e funzionante.
Ebbene a seguito di questo rinvio il Sindaco fa cadere sui consiglieri suddetti la responsabilità di una presunta perdita di finanziamenti e di scadenze che, come è emerso durante il dibattito, ricadono molto più in là della data del 2 dicembre in cui il prossimo consiglio comunale è stato rinviato.
Sempre il Sindaco ha accusato, anche e come sempre, gli uffici di ritardare e impedire che la macchina pubblica possa funzionare, ma nessun cenno in merito, per esempio al cambio di 9 Responsabili del Settore Tecnico in meno di 4 anni e 6 Segretari Comunali, tra incarichi ad interim e/o art.14. Come si può avere una continuità lavorativa?
Per la serie la colpa è di tutti fuorché sua!
Ebbene Signor Sindaco gli uffici sono uffici! ALTRIMENTI basterebbero dirigenti e personale ad amministrare un Paese e si potrebbero evitare le indennità profumate di Sindaco e Assessori che in qualità di amministratori hanno il dovere del funzionamento della macchina pubblica. A tal proposito le RICORDIAMO che al CAPO IV DELLO STATUTO COMUNALE – REGOLAMENTO COMUNALE ORGANIGRAMMA- ALL’ART 31 SONO ESPRESSE LE FUNZIONI GENERALI DEL SINDACO dal quale si evincono le sue RESPONSABILITÀ.
Riversare la responsabilità della sua inefficienza, la sua deresponsabilizzazione ed incapacità politica sempre sugli altri e soprattutto sui Consiglieri di OPPOSIZIONE, ormai ha STANCATO TUTTI, IN PRIMIS I CITTADINI, i quali sono stanchi di sentirla cercare scuse invece di trovare soluzioni tangibili e propositi amministrativi di possibile realizzazione.

Inoltre potrebbe spiegare a tutti, in PRIMIS AI CITTADINI, il perché invia, continuamente, suoi emissari offrendo assessorati ai consiglieri di opposizione e/o loro interposte persone e ad altri suoi avversari politici in campagna elettorale se ci ritiene così IRRESPONSABILI E PICCINI PICCINI?
La colpa Signor Sindaco è sua e solamente sua! E con un po’ di umiltà in più dovrebbe solamente pensare alle dimissioni, perlomeno per mantenere un minimo di DECENZA POLITICA!
Della sua IRA Signor SINDACO non ce ne può fregar de meno! Presto ci sarà da gestire l’ira dei nostri concittadini che, GRAZIE ALLA SUA BUONA AMMINISTRAZIONE ATTUALE PRESTO SI VEDRANNO RECAPITARE A CASA, NUOVAMENTE, BOLLETTE TARI PER L’ANNO 2020, DATO CHE NON HA ACCETTATO I BUONI CONSIGLI A LEI FORNITI DAI SUDDETTI CONSIGLIERI COMUNALI.
UN PAESE DISTRUTTO E SENZA SPERANZA… SIAMO NOI AD ESSERE IRATI CON LEI E LA SUA FALLIMENTARE AMMINISTRAZIONE ATTUALE E LA SUA INSIPIENZA POLITICA.
È INNEGABILE!
È SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI!
Lei Signor Sindaco dice bene che la cosa pubblica non è un affare privato, infatti IL MANDATO ELETTORALE VIENE affidato al SINDACO e AL CONSIGLIO COMUNALE, MENTRE LEI SIGNOR SINDACO SI È ACCORTA SOLO ADESSO CHE UN CONSIGLIO COMUNALE ESISTE, DATO CHE LA SUA PRESENZA IN CONSIGLIO COMUNALE RISULTA SPORADICA ANZI SU QUASI 4 ANNI SI PUO’ DIRE RARA! E LEI FIN’ORA HA AMMINISTRATO TENENDO CONTO SOLO DELLA “SUO CERCHIO MAGICO”.
Questo mandato doveva servire per passare alla storia del nostro Paese. EBBENE
MARIA GRAZIA BRANDARA PASSERÀ ALLA STORIA COME

Rispondi