Di Nicola Morra.
Pirandello, Tomasi di Lampedusa, Gorgia, c’hanno insegnato quanto sia complessa la realtà siciliana, quanto sia doppia, tripla, quadrupla, insomma mai univoca e certa.
Ieri si è saputo che sabato prossimo, ad Agrigento, sarà consegnato a Roberto Lagalla, sindaco di Palermo, un riconoscimento in nome di Paolo Borsellino. Proprio lui, che in campagna elettorale ha accettato, senza battere ciglio, il sostegno elettorale di due condannati eccellenti per reati di mafia, Dell’Utri e Cuffaro.

Cantava Battiato “Povera patria”…

Rispondi