Agrigento, alla moglie: “T’appizzu u cuteddru cca”. Condannato

Il giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, Manfredi Coffari, ha condannato ad 1 anno e 4 mesi di reclusione un commerciante di 46 anni di Agrigento, imputato di maltrattamenti e minacce alla moglie. Lei, da tempo in contrasto col marito, ha registrato di nascosto una delle tante aggressioni subite, consegnando la prova agli atti della denuncia. Dalle registrazioni emergono insulti, minacce, poi colpi violenti, forse dei calci o dei pugni, e frasi del tipo: “T’appizzu u cuteddru cca”. L’imputato è difeso dall’avvocato Daniela Posante. Alla donna, parte civile tramite l’avvocato Salvatore Pennica, è stato riconosciuto il diritto al risarcimento del danno.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: