Arrestata una presunta talpa alla Procura di Palermo

 

A Palermo un commesso giudiziario ex Pip, Feliciano Leto, è indagato perché sarebbe stato una talpa all’interno della Procura. Interi fascicoli sarebbero stati fotografati o addirittura trasportati all’esterno del palazzo di giustizia per informare numerosi indagati ruotanti nel circuito criminale palermitano. La Direzione distrettuale antimafia di Palermo e la Squadra Mobile, delegata per le indagini, lo hanno arrestato contestandogli il reato di favoreggiamento, continuato e aggravato. Feliciano Leto è preposto al trasporto dei fascicoli dalle segreterie dei pubblici ministeri agli altri uffici del Tribunale. Ed è durante il trasporto che Leto avrebbe consultato i procedimenti, fotografato e diffuso notizie coperte dal segreto istruttorio, sottratto i fascicoli e informato persone all’esterno delle indagini in corso a loro carico. Le soffiate hanno riguardato soprattutto le intercettazioni, avvisando gli intercettati, provocando gravi danni alle indagini e all’amministrazione della giustizia.