Il GIORNALISTA GUASTELLA HA AVVIATO LA MEDIAZIONE CIVILE PER DIFFAMAZIONE AGGRAVATA CONTRO: BORROMETI, REPICI, GIULIETTI, DI TRAPANI, COSTANTE E BARTOLI

Il giornalista Giuseppe Guastella ha citato in sede civile, per diffamazione aggravata in concorso, Paolo Borrometi, Giuseppe Giulietti, Vittorio Di Trapani, Alessandra Costante, Carlo Bartoli, Repici Fabio.
I fatti diffamatori contestati da Giuseppe Guastella si riferiscono ad una conferenza stampa risalente al 26 luglio 2023 quando, a suo dire, i sei lo diffamarono usando argomentazioni non solo prive di prove e riscontri, ma contraddette da ben tre atti giudiziari recanti la firma di altrettanti magistrati, che il dottor Guastella, attraverso l’avvocata Tiziana Teodosio, ritiene basilari per ottenere la condanna dei sei. Come previsto per legge è stata avviata, per il mese di dicembre, la mediazione obbligatoria preventiva e necessaria per l’iscrizione e l’avvio del procedimento civile.
La causa civile per il risarcimento del danno derivante da diffamazione aggravata in concorso, è stata iscritta presso il tribunale civile di Roma. Il Guastella ha chiesto un risarcimento di 50.000 euro cadauno che moltiplicato per sei fa 300.000 euro.
La mediazione obbligatoria si svolgerà, come detto, entro il mese di dicembre 2023; l’udienza presso il tribunale civile di Roma è fissata per il prossimo mese di aprile 2024.