Condanna per mafia e reddito di cittadinanza: assolto

Il Tribunale di Sciacca, a conclusione del giudizio abbreviato, ha assolto Domenico Parisi, 52 anni, di Bivona, imputato di avere incassato il reddito di cittadinanza nonostante fosse gravato da una condanna definitiva per mafia inflittagli nell’ambito dell’inchiesta “Face Off”, sulle famiglie mafiose della Bassa Quisquina a 14 anni e 9 mesi di reclusione. Dopo avere scontato la pena, Parisi ha ottenuto il reddito di cittadinanza, poco meno di 900 euro al mese. Il difensore, l’avvocato Salvatore Di Gioia, ha eccepito la mancanza nel modulo dell’istanza del riquadro sulla presenza di condanne, e che, ad ogni modo, l’istanza è stata presentata da un familiare e non dal 52enne.