Presunta estorsione alla madre: condannata favarese

Il giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, Manfredi Coffari, ha condannato a 2 anni e 2 mesi di reclusione una donna di 21 anni di Favara, imputata di una presunta estorsione di 70 euro a danno dei genitori. Lei, difesa dall’avvocato Salvatore Cusumano, è stata invece assolta dall’imputazione di maltrattamenti in famiglia. Nel 2020 la 21enne avrebbe costretto la madre, minacciandola, a consegnarle 70 euro. Il giudice Coffari ha disposto la trasmissione degli atti alla Procura di Agrigento affinché sia valutata l’eventuale configurazione del reato di falsa testimonianza a carico dei genitori di lei, perché hanno reso delle dichiarazioni ritenute contraddittorie.