“Mare magnum”: invocati oltre due secoli di carcere

Il 13 febbraio del 2019 la Squadra Mobile di Caltanissetta, in collaborazione con i colleghi di Agrigento e Palermo, ha sgominato una presunta organizzazione impegnata nel traffico di sostanze stupefacenti tra Caltanissetta, Palermo e la provincia agrigentina, tra Siculiana e Porto Empedocle. Sono state eseguite 15 ordinanze di custodia cautelare, di cui 14 in carcere e una agli arresti domiciliari, nell’ambito dell’inchiesta battezzata “Mare magnum”. Gli odierni imputati sarebbero parte di un’associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti, tra hashish, marijuana e cocaina. Ebbene adesso la Procura di Caltanissetta, tramite il pubblico ministero, Pasquale Pacifico, a conclusione della requisitoria, ha invocato 17 condanne per oltre 2 secoli di carcere:
Francesco Paolo Ferdico (25 anni);
Gaetana Gagliana (15 anni);
Antonino Ferdico (22 anni);
Maria Capuzzo (12 anni);
Isidoro Ferdico (14 anni);
Giuseppe Ferdico (16 anni);
Gaetano Gagliano (12 anni);
Daniele Giallanza (16 anni);
Antonio Capuzzo (24 anni);
Michele Christian Pesce (14 anni);
Francesco Turco (14 anni);
Francesco Lena (14 anni);
Pietro La Cara (14 anni);
Francesco Catania (13 anni);
Michele Giuseppe Tripisciano (14 anni);
Andrea La Iacona (14 anni);
Giovan Battista Di Marca (10 anni).
Marco Ventura è stato giudicato in abbreviato e condannato in primo grado a 6 anni e 8 mesi di reclusione.