Imprenditore di Enna ucciso arrestato il figlio

Un imprenditore edile, Gaetano Menzo, 58 anni, è stato ucciso a coltellate nella sua abitazione, nel centro storico di Enna.

A fare la macabra scoperta sono stati due collaboratori dell’imprenditore, tra cui il fratello della vittima che lavora nella stessa impresa edile di famiglia. Non vedendolo arrivare al lavoro, sono andati a casa del titolare dell’azienda.

Il figlio 22enne dell’uomo, Matteo, è stato arrestato per l’omicidio. A disporre l’arresto come indiziato è stato il pubblico ministero, Salvatore Interlandi. Il giovane, che era fuggito dopo la morte del padre, era stato rintracciato nei pressi della questura e sembra che fosse intenzionato a costituirsi.

. E’ stato visto allontanarsi da casa visibilmente turbato. Gaetano Menzo era impegnato in un cantiere a pochi passi dalla sua abitazione e per questo motivo aveva deciso di fare rientro a casa per il pranzo.