Il Popolo della Famiglia raccoglie le firme su un ddl di iniziativa popolare

Mobilitazione nazionale del Popolo della Famiglia per la raccolta firme su una legge di iniziativa popolare, alla vigilia della Giornata della Vita indetta dalla Conferenza episcopale italiana. Il presidente nazionale Mario Adinolfi spiega: “In una strana saldatura tra destra e sinistra abbiamo assistito all’alleanza tra Cappato e Zaia per una legge su suicidio assistito e eutanasia, con il Pd che punisce la cattolica Bigon per non avere appoggiato il governatore leghista. Gli italiani rischiano di non capirci più nulla. Per questo oggi siamo nelle piazze di tutto il Paese, io personalmente a largo Argentina a Roma, per raccogliere le firme su una legge di iniziativa popolare che fissa normativamente, anche in risposta alle sollecitazioni della Corte Costituzionale, un principio chiaro: non è mai legittimo sopprimere un essere umano. Va anzi aiutato a nascere per combattere la denatalità e va poi sostenuto nella vita anche nella fase dell’estrema sofferenza. Il duo Zaia-Cappato saprà così che il popolo è contro la loro legge e sostiene la nostra. Ci pare il modo più concreto di onorare la Giornata della Vita proclamata per domani dai vescovi italiani”.