Altri quattro arresti per la rissa culminata nella morte di Francesco Bacchi

Lo scorso 17 gennaio il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Palermo, Claudio Bencivinni, ha convalidato l’arresto, ad opera dei Carabinieri, di Andrea Cangemi, 20 anni, indagato di avere provocato la morte di Francesco Bacchi, 20 anni, a Balestrate la notte di domenica 14 gennaio nei pressi di una discoteca al culmine di una rissa. Gli si contesta il reato di omicidio preterintenzionale. Il giudice ha disposto gli arresti domiciliari, come da istanza del suo legale, l’avvocato Bartolomeo Parrino. Andrea Cangemi ha risposto alle domande del giudice e ha ribadito di non avere avuto intenzione di uccidere la vittima. Ebbene oggi sono stati eseguiti altri quattro arresti nell’ambito della stessa inchiesta: tre maggiorenni agli arresti domiciliari, e un 17enne collocato in comunità. Alessio Greco, 20 anni, Bernardo Ferro, 20 anni, Gaetano Lo Giudice, 19 anni, e il minorenne sarebbero stati parte dei due gruppi che si scontrarono all’esterno del locale. Gli si contesta solo il reato di rissa, aggravato dalla morte di Bacchi.