Omicidio Russo, Ventura ha confessato: “Sono stato io”

Dopo essersi costituito ai Carabinieri, Alex Ventura, 29 anni, di Vittoria, in provincia di Ragusa, ha confessato di avere ucciso, il 27 febbraio scorso a Vittoria, Giovanni Russo, 23 anni. In occasione dell’udienza di convalida dell’arresto, Ventura ha ammesso di avere sparato a Russo con dei colpi di fucile alla testa. Ha escluso che l’omicidio sia legato allo spaccio di droga o, in genere, ad ambienti malavitosi. Ha alluso a dei contrasti pregressi con Russo, e di essere stato da lui minacciato. Il 27 febbraio si è accorto di lui nella zona in cui abita, e hanno litigato ancora una volta, e Ventura, temendo il peggio, è entrato in casa, ha impugnato il fucile e sparato contro Russo, che è morto sul colpo. Poi è fuggito. L’arma, detenuta illegalmente, non è stata trovata. Ventura ha risposto: “L’ho buttata da qualche parte, ma non ricordo dove”.